Da lunedì 15 luglio i cantieri nel primo segmento di via Ugo Bassi e nel tratto alto di via dell’Indipendenza. Cambio di assetto in Riva di Reno

Con il Tour de France alle spalle, i cantieri della Linea Rossa si posizioneranno come preannunciato nel cuore del centro storico dal 15 luglio. Dal venerdì precedente sarà riaperto l’incrocio di via Lame, per consentire una rimodulazione del trasporto pubblico e privato e contenere i disagi legati alla realizzazione della tranvia, confidando anche nella pausa estiva.

Via Ugo Bassi

Il primo cantiere su Ugo Bassi comporta la chiusura del tratto tra via Marconi e via Nazario Sauro, escludendo gli incroci così da permettere gli attraversamenti veicolari di residenti e autorizzati.
Le principali variazioni alla viabilità riguardano via A. Testoni, che sarà a fondo cieco e percorribile nei due sensi di marcia (la circolazione avverrà a senso unico alternato a vista data la dimensione ristretta della carreggiata), e via Cesare Battisti, che avrà invertito il senso di marcia, da Ugo Bassi verso via IV Novembre. Sempre per residenti e per carico-scarico merci sarà possibile usufruire del varco di Porta Nova, via che sarà percorribile solo nella direzione opposta a quella attuale, quindi verso piazza Roosevelt. L’accesso a via Porta Nova sarà facilitato realizzando su piazza Malpighi un varco in corrispondenza dell’area zebrata centrale che consenta ai veicoli provenienti da via Marconi di tornare verso nord. Tale varco sarà dedicato solamente ai veicoli dei residenti delle vie Testoni, Cesare Battisti e de’ Gombruti, oltre ai mezzi impegnati nel carico-scarico degli esercizi limitrofi.

Per gli altri utenti, il percorso da seguire sarà un po’ più lungo. Procedendo su piazza Malpighi è necessario raggiungere via Saragozza. Percorrendo quest’ultima – e transitando anche in via Urbana – è possibile risalire fino a via d’Azeglio, svoltare in via de’ Carbonesi, imboccare via Barberia e – da qui – raggiungere piazza Roosevelt.

Per quanto riguarda la consegna delle merci alle attività commerciali, ai mezzi già autorizzati ad accedere da via Ugo Bassi sarà estesa la possibilità di accesso anche da via Indipendenza (mantenendo l’autorizzazione a percorrere via Rizzoli in uscita dall’area T).

Via dell’Indipendenza

Stessa data di avvio per il cantiere che si collocherà nella parte est della carreggiata di via dell’Indipendenza, nel tratto compreso tra via Irnerio e i viali, dove sarà percorribile una corsia a senso unico verso il ponte Matteotti e Bolognina.
La nuova viabilità – che sarà mantenuta nelle fasi successive di cantierizzazione e in forma definitiva a tranvia in funzione – non permetterà più nemmeno agli autorizzati l’accesso al centro storico da via Indipendenza, ma solo dalle vie laterali afferenti ai viali Pietramellara e Masini. In uscita dal ponte Matteotti sarà possibile svoltare sia destra, sia a sinistra, mentre chi proviene dai viali non potrà in nessun caso imboccare via Indipendenza.

Via Riva di Reno

Con via Lame restituita alla viabilità nella sua interezza, il cantiere si collocherà anche nella parte di Riva di Reno compresa tra la rotonda di piazza Azzarita e l’incrocio con via San Felice. Resterà percorribile una corsia verso via della Grada e, come di consueto, tutti i passi carrai saranno accessibili. Con l’apertura dell’incrocio via Lame/Riva di Reno del 12 luglio verrà ripristinata la preferenziale sul tratto di via Lame tra via Calori e via Riva di Reno. I parcheggi provvisori per residenti attualmente sulla preferenziale verranno eliminati e sul lato opposto (lato cinema Arlecchino) verranno predisposti dei parcheggi a spina, stalli che diventeranno definitivi.

Gli autorizzati alla Ztl (relativamente al solo traffico privato e ai piccoli mezzi per la consegna delle merci nella parte di via San Felice “vecchia”) potranno aggirare il cantiere percorrendo via della Grada e utilizzando il “torna indietro” esistente a metà della strada per tornare in direzione di via San Felice e svoltare a destra su quest’ultima. Il traffico non autorizzato potrà invece procedere in via Calari, che cambierà senso di marcia nel suo ultimo tratto, per poi immettersi in viale Giovanni Vicini. Per conservare il più a lungo possibile le aree di sosta nel tratto interessato dai lavori, l’allestimento del nuovo assetto di cantiere sarà compiuto progressivamente, nell’arco di tre settimane, a partire dall’incrocio e proseguendo verso la rotatoria.

Le modifiche al trasporto pubblico

La chiusura di Ugo Bassi e il senso unico in uscita di via Indipendenza impattano inevitabilmente sul trasporto pubblico. Per questo motivo, le linee del centro storico subiranno delle variazioni, possibili anche grazie alla riapertura di via Lame.
Le informazioni puntuali su percorsi e fermate provvisorie, con la relativa cartografia, sono disponibili sul sito di Tper. Al medesimo indirizzo web sarà possibile trovare tutti gli aggiornamenti per l’intera durata dei cantieri.